Digital WorldDino Pedreschi. Dalla macchina all'uomo. Tracce digitali per un nuovo umanesimo

L'effetto più sorprendente della rivoluzione digitale che stiamo vivendo non sta tanto nel fatto che facciamo azioni attraverso gli strumenti digitali, quanto piuttosto che qualsiasi cosa che facciamo lascia traccia. E' quello che ci chiarisce Dino Pedreschi, docente di informatica all'Università di Pisa. Questo è un fatto che sta cambiando "prepotentemente" il mondo e, secondo il professor Pedreschi, in maniera "sorprendente". Invece di porre le macchine al centro, si sta creando un nuovo "umanesimo" digitale, che consiste nel mettere la società, le persone nuovamente al centro dell'investigazione scientifica e del dibattito pubblico. Questa è la sfida che abbiamo davanti: conoscerci meglio per capire meglio il mondo verso cui vogliamo andare.

Torna su